Allenamento del collo e del tratto cervicale del pilota di automobilismo

Torna a Centro Preparazione Piloti

Nel motorsport in generale, in particolar modo nell’automobilismo e nel motociclismo, risulta fondamentale seguire una preparazione fisica specifica e volta al miglioramento della performance del pilota in gara. Non può quindi mancare l’inserimento di alcune esercitazioni che vanno a potenziare la muscolatura del collo e del tratto cervicale. Vediamo il perché.
Una prima riflessione va dedicata senza dubbio all’utilizzo del casco: entrambi gli sport hanno infatti l’obbligo dell’uso del casco integrale. Quest’ultimo rappresenta già di per se un sovraccarico verticale per il tratto cervicale, che può variare in base alla marca e ai materiali utilizzati, ma che si attesta a circa 1.5 Kg. A questo vanno sommate le diverse forze a cui sono sottoposti i piloti durante la gara: accelerazioni, decelerazioni e forze laterali di diversi G che devono essere gestite per diverso tempo. Risulta indispensabile quindi allenare i vari gruppi muscolari del collo; questi contribuiranno ad una buona stabilizzazione del capo per tutto l’arco della competizione. Un programma ben strutturato prevede l’inserimento di esercitazioni di flesso estensione e flessione laterale di rafforzamento  sia di tipo isometrico, sia dinamico con l’utilizzo di elastici con diverse resistenze in base al grado di allenamento del soggetto.        



Gallery


  Se vuoi avere più informazioni o chiarimenti clicca qui e contatta alfredo stecchi