L'importanza della partenza

Torna a Centro Preparazione Piloti

Uno dei momenti più critici e fondamentali per il successo di una gara è sicuramente quello della partenza. Lo stato di stress e di tensione che viene a verificarsi negli istanti prima dello start è senza dubbio unica nel suo genere. Questo perché una partenza non perfettamente riuscita può andare ad influenzare l’esito dell’intera competizione in maniera a volte irreversibile. Si tratta di un momento durante il quale il pilota deve trovarsi in una condizione fisica ma soprattutto mentale ottimale, per soddisfare le importanti richieste specifiche: le capacità di concentrazione e di attenzione devono essere altissime, altrettanto quella di reazione allo stimolo luminoso del semaforo. Una buona partenza può far recuperare diverse posizioni ad un pilota che parte indietro o addirittura far guadagnare la testa della corsa, ma soprattutto predispone il pilota ad una condizione mentale positiva e vincente. Al contrario, una partenza non ottimale potrebbe indurre il pilota in uno stato di ulteriore stress e negatività, che se non ben gestite possono comportare distrazioni ed ulteriori errori durante la gara. (La classica foga della rimonta) Da anni gli psicologi dello sport studiano il fenomeno dell’attivazione. Ogni pilota ha delle esigenze differenti e segue quindi una sorta di rituale del tutto suo, studiato e provato nel tempo, che ha l’intento di attivarlo e quindi di prepararlo al meglio a quel momento. L’attivazione deve essere intesa quindi come un sistema per incrementare lucidità, attenzione e risposta motoria, un modello ideale adatto al soggetto che lo predispone in maniera ottimale alla gara.



Gallery


  Se vuoi avere più informazioni o chiarimenti clicca qui e contatta alfredo stecchi